venerdì 12 ottobre 2012

A SUON DI BLUES - 5^ PUNTATA: TERRY& MCGHEE


SONNY TERRY & BROWNIE McGHEE - BACK TO NEW ORLEANS
UN PRETESTO PER PARLARE DI COUNTRY- BLUES

 IMPULSE - 1989


1. LET ME BE YOUR BIG DOG  3:13
2. PAWNSHOP  3:25
3. YOU DON’TKNOW  2:48
4. BETTYAND DUPREE’S BLUES  6:13
5. BACK TO NEWORLEANS  2:58
6. STRANGER HERE  3:34
7. FOXHUNT  2:30
8.I’M PRISON BOUND  3:01
9. LOUISE,LOUISE  3:55
10. BABY,HOWLONG  4:11
11. FHEIGHT TRAIN  2:40
12. I GOT A WOMAN  3:59
13. HOLDMEIN YOUR ARMS 3:29
14. THEC.C. ANDO. BLUES 4:27
15. THE DEVIL’S GONNA GET YOU  2:30
16. DON’T YOU LIE TO ME  4:42
17. THAT’S WHY  I’M  WALKING 2:44
18. WRONG TRACK  3:34
19. BLUE FEELING  4:03
20. HOUSE LADY  4:19
21. l KNOW BETTER  3:29

  Sonny Terry & Brownie McGhee - Stranger Here



Il mio approccio con il blues avvenne grazie all’ascolto di un vinile di Sonny Terry e Brown McGhee, attraverso un radio-giradischi, voluminoso aggeggio molto diffuso negli anni ’60. Avevo 10 anni e, oltre ai Beatles ed agli  Stones, allora preferibilmente ascoltavo anche  Dylan, Clapton, i Led Zeppelin. Quella musica ascoltata in una sera d’estate, in un posto così lontano dal Mississipi o da Chicago,  mi stordirono insieme al  profumo di zagara, gelsomino e salsedine che riempiva l’aria… Si, perché quel  country –blues, dall’anima decisamente nera  da una parte aveva influenzato il folk di Dylan, dall’altra, insieme alla sua forma elettrica aveva ispirato Mayall, Clapton, e gli stessi Zeppelin, anche nel modo di suonare la chitarra e l’armonica.

Insieme a Woody Guthrie, Pete Seeger,  LeadBelly  ed altri grandi musicisti, Sonny Terry e  Brownie McGhee diffusero quel genere di musica che oggi rappresenta il nucleo della nuova word music : una miscela di folk, blues, jazz,classica,  eastern e african. (1)

Il  country blues è uno stadio intermedio della mutazione del blues  fino alla sua  confluenza nel jazz, che non ne sancisce tuttavia un definitivo assorbimento.. Esso nasce nel momento in cui i contadini di colore affittuari di appezzamenti di terre sfruttati e costretti a vivere in condizioni  disumane, abbandonano i campi e iniziano una vita libera spostandosi lungo i binari delle ferrovie, prendendo al volo il lento treno merci..

  Sonny Terry & Brownie McGhee - Freight Train



Stanchi di tagliare e seminare il cotone, questi contadini preferivano allontanarsi dalle proprie case per andare a lavorare lungo  i binari e le strade ferrate, nelle segherie, o fra gli addetti alla rimozione del fango e dei detriti che il fiume lasciava a quintali sul suo cammino: “Fra un mestiere e l’altro rubavano e mendicavano. Se avessero incontrato Dio gli avrebbero  chiesto  un osso... la strada che offriva l’avventura era meglio delle loro  case che non offrivano  niente. Alcuni  partivano  con rimpianto ma se ne andavano lo stesso “.  In tali condizioni nacque il Country Blues che assume, poi delle precise connotazioni  storiche: ‘con il fedele diavolo sulla schiena’, la chitarra, considerata un oggetto  quasi peccaminoso per i più religiosi, o con il banjo, cui andavano ad aggiungersi strumenti primordiali come una brocca entro cui soffiare, il country-man,  vestito di  così pochi stracci da poter essere contenuti in una scatola di fiammiferi, si avviava verso i  luoghi della sua sopravvivenza, passando  attraverso quelle stazioncine   fra la campagna  e il fiume, che costeggiavano la  cosiddetta “linea della ruggine”, ai margini del gran mare d’erba, fango e detriti. Fu proprio questa invincibile ansia di migrazione da un luogo all’altro, questo vitale bisogno di vagabondare senza una meta precisa ad accendere l’immaginazione del contadino blue singer… (2)

Fu inevitabile che il treno divenisse il nuovo oggetto d’attenzione e fonte d’ispirazione  di questi vagabondi, che saranno battezzati ‘hobos’. E siccome il bluesman, per definzione, raccoglie  in sé tristezza  e  rassegnazione,  considera questa sua vita come una sorta di viaggio sintetizzata in questi versi :

‘Sono tutto solo a mezzanotte e le lampade ardono basse,  poggero’  la testa su un binario solitario e  lascerò che il treno delle due e diciannove faccia pace nella mia mente.’ (3)
Stesse suggestioni fecero parte delle canzoni blues nuove o riproposte negli anni '6o, questa volta con l'inserimento di strumenti elettrici (su questo particolare parlerò nei prossimi post dedicati al blues elettrico).

(1): Barry Olivier - note di copertina 
(2) (3): Il blues e l'America nera - Walter Mauro - (1977)




Bob Dylan - It takes a Lot  to Laugh,  It Takes a Train to Cry






Per l'Album di Sonny Terry e Brownie McGhee, ai commenti

16 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Terry & McGhee:

http://www.divshare.com/playlist/1070361-df6

Evil Monkeys ha detto...

Una coppia inossidabile e, come dire, simpatica; il Gatto e la Volpe del Blues

mr.Hyde ha detto...

'Il gatto e la volpe' è veramente appropriato perchè uno era zoppo(Brownie il chitarrista) e l'altro era cieco (Sonny, l'armonica).. E' un blues ruspante e divertente (prova ad ascoltare 'foxhunt') pero' eseguito ottimamente.

magar ha detto...

ecco..
l'america rurale che esce dalla Storia degli uomini, per entrare in quella della Musica.
Le roots tanto care a tutti i critici musicali, e che piacciono anche al pubblico. Anche il tanto vituperato hip hop arriva da qui....
Una citazione degna di quel grande diario di Cultura che è Guitarists

mr.Hyde ha detto...

Caro magar, cerco di trattare gli argomenti in maniera un minimo appetibile, per quelli che passano da qui a leggere ed ascoltare questo diario..Frequento con piacere i vostri blog e cerco di muovermi,tenendo come riferimento quello standard!...
Penso che il blues più di ogni altra cosa sia uno stato d’animo, uno stato esistenziale. Una reazione alla miseria ed alla sofferenza, che solo in seguito è diventata una delle tante armi per il riscatto delle gente di colore e non solo. L’argomento mi piace, così ne parlero’ ancora ed insieme condividero’ la musica e i musicisti che mi piacciono, sperando che di fare cosa gradita.
Grazie sempre per le tue parole.

magar ha detto...

Vedi mr.Hyde,
penso che il Blues sia uno stato mentale. Un insieme di sensazioni che ti portano a "vivere" lasciando trasparire tutto ciò che provi. Certo, sofferenza e rabbia sono dominanti, ma la tenue malinconia che permea sempre questa musica, la rende unica, viscerale...
Semplicemente... non ti lascia indifferente.
Grazie a te

mr.Hyde ha detto...

"Dissi al pianista di suonare ‘Vagando da sola’, che rispecchiava su per giu’ lo stato d’animo mio di quelle ore, e penso di essere riuscita a cavarmela perché in tutta la sala si fece un gran silenzio, tanto silenzio che se uno spillo fosse caduto per terra lo avremmo sentito rimbombare. Quand’ebbi finito, tutti stavano lacrimando nelle loro birre, e racimolai trentotto dollari. Al termine della serata divisi anche i soldi col pianista e così erano cinquantasette i dollari che avevo con me al momento di andar via."
da: 'La Signora Canta i Blues', autobiografia di Billie Holiday.

Si, è proprio questo quello che mi piace del Blues e del suo mondo.E c'è tantissimo da dire e da ascoltare e voglio condividerlo con voi!

Margherita Devalle e Marta Falcon ha detto...

bel post ma secondo me hai dimenticato una cosa essenziale: l'alcool

mr.Hyde ha detto...

Per me, intendi?..(scherzo), il discorso non è ancora finito. Arriveremo anche a quello, a canzoni come 'Me and My gin','Nobody Knows You' o 'Good Whiskey Blues'. Rimani in contatto..
Grazie e buona serata!

Blackswan ha detto...

Vuoto totale ! Vado a rimediare.

mr.Hyde ha detto...

Sono vecchie storie un po' per capire da dove parte il blues piu' recente..

lozirion ha detto...

Heila!

Mio dio, è una vita che non passo di qui.... Ma è sempre interessante leggere i tuoi post, complimentoni! Loro mi mancano assolutamente, zero totale, ora vedo di recuperare.... Grazie della dritta! :)

Ps. Avrei un'idea da proporti per una cosetta a parecchie mani su blogger, mi dai la tua mail così ti spiego meglio e mi dici se ti piace e se ti va di partecipare? Oppure mandami una mail così ti rispondo, il mi indirizzo è lozirion@yahoo.it

Ciao! A presto! ^_^

mr.Hyde ha detto...

Bentornato, lieto di rivederti lozirion! Certo, mi fanno piacere le collaborazioni vengo a risponderti.Ciao!

Anonimo ha detto...

Do you mind if I quote a few of your posts as long as I provide credit and sources back to your webpage?
My website is in the very same area of interest as yours and my visitors would
really benefit from some of the information you provide here.
Please let me know if this okay with you. Regards!


Here is my web site: barcode scanner rental

Anonimo ha detto...

Hi there! This is my 1st comment here so I just wanted to give a quick shout out and tell you I truly enjoy reading through your blog
posts. Can you suggest any other blogs/websites/forums that deal with the same
subjects? Thank you!

Here is my blog :: worldstar
My web page :: worldstar

Anonimo ha detto...

Greetings, There's no doubt that your website might be having browser compatibility issues. Whenever I take a look at your website in Safari, it looks fine however when opening in IE, it has some overlapping issues. I simply wanted to provide you with a quick heads up! Other than that, wonderful site!

My web page bacode rental