sabato 16 marzo 2013

THE ROLLING STONES 1965/70 -


THE ROLLING STONES 1965/70
SPECIALE TOURNEE ESTATE 1982
POLIGRAM - PHILIPS -1982 -

LP VINILE su licenza DECCA, famosa etichetta con cui furono pubblicati i primi album degli Stones. In copertina appare anche Brian Jones, ancora membro del gruppo e vivente. La ristampa del 1982 dei loro primi successi  risale alla tournee in Italia, in quella memorabile, calda, afosa estate in cui vincemmo i Mondiali. 
In quel periodo abitavo a Torino dove si esibirono l'11 e il 12 luglio. La finale ITALIA-GERMANIA si disputava la sera alle 20.30, mentre il concerto si svolse dalle 15:30 alle 18:00. Due eventi grandiosi memorabili ed irripetibili in un solo un giorno, roba da scoppiare per il sovraccarico di emozioni.
Non so per quale motivo non andai al concerto, (doveva essere un motivo proprio importante eppure non lo ricordo..). In compenso ospitai alcuni miei amici che erano venuti dalla Calabria, da Polistena esattamente, e fu veramente piacevole condividere con loro quei momenti eccezionali.
I Rolling sono sempre stati dei grandi paraculi,  è vero, macchine per fare soldi e per consumarli ma bastava ascoltare gia' solo il primo accordo di una delle loro canzoni, che so, la chitarra acustica di As Tears Go By o quella effettata sull'attacco di Gimme Shelter e tutti quei discorsi perdevano consistenza...


The Rolling Stones - Gimme Shelter


Quel pomeriggio il paraculo funambolico Jagger pronostico' la vittoria dell'Italia, azzeccando persino il risultato, mentre i miei amici venivano piacevolmente bombardati da musica e getti d'acqua perchè il sole picchiava duro e gli organizzatori avevano pensato bene di innaffiarli. Storditi dal fumo e da tutto il resto, ritornarono a casa dove guardammo la partita e assistemmo alla vittoria dell'Italia. Quella notte successero cose da pazzi. Uscimmo per festeggiare ed andare verso il centro  ma rimanemmo bloccati in piazza Sabotino. Nel delirio generale, una baraonda di  cori, bandiere  e striscioni, ricordo che vidi un furgone pieno di scalmanati che, non so come,  andò a sbattere contro un palo. Il conducente e i passeggeri scesero ridendo a crepapelle, constatarono il decesso dell'automezzo e proseguirono a piedi continuando a urlare e ridere ed agitare bandiere, lasciando lì il malcapitato, mentre il fumo usciva dal cofano..
Al concerto del giorno dopo Mick Jagger si presentò con la maglia di Paolo Rossi, sventolando il tricolore per la gioia dei suoi fans e delle tasche del suo entourage... L'11 luglio 2006, questa volta al San Siro  a Milano, suonarono di nuovo gli  Stones e nuovamente Italia si aggiudicò la Coppa del Mondo. Un patto col diavolo firmato per conto dell'Italia  dai Re del Rock?...

Per chi volesse rintracciarsi tra la folla di quel giorno raccomando questo bel video:





Invece, per quanto riguarda l'Album, eccone la

TRACKLIST


Lato A
1  Satisfaction
2 Get Off My Cloud
3  As Tears Go By
4  19th Nervous Breakdown
5 Out Of Time
6 Lady Jane
7 Let's Spend The Night Together

Lato B
1 Paint It Black
2 Ruby Tuesday
3 Yesterdays Paper
4 Jumpin' Jack Flash
5 Sympaty For The Davil
6 Honky Tonk Women
7 Gimme Shelter

Se poi volete saperne di piu' andate a...commenti!

11 commenti:

mr.Hyde ha detto...

http://www.mediafire.com/?lyc846dyv6b2b

Evil Monkeys ha detto...

Paraculi allucinanti; ma quanti paraculi artisticamente scarsi ci siamo sorbiti negli ultimi decenni?
Questi sono di un altro pianeta.
Bello il racconto della serata!
Poi con l'Italia hanno questo particolare feeling calcistico; successe più o meno la stessa cosa anche alla finale dei mondiali tedeschi...

PS: proprio di RS parlerà il prossimo Bollettino di Capitan Vinile!

mr.Hyde ha detto...

Ah come è vero, Evil, e come si avverte la differenza quando ascolti una loro canzone..Questi hanno riscritto la storia del rock e in parte del blues, gli altri paraculi, cui ti riferisci, ci hanno solo martellato le palle.
Bene, non mi perderò il prossimo Bollettino di Capitan Vinile!

m4ry ha detto...

Che bello questo racconto...coincidenza assurda, o come dici tu, un patto con il diavolo ! Io nel 1982 vivevo a Milano...e ricordo benissimo il gioioso delirio che anche lì ha travolto tutti..sono ricordi vivi nella mia mente..credo di aver cominciato ad amare il calcio proprio grazie a quel mondiale..
Quanto agli Stones, si, è vero..paraculi..però, davvero cazzuti !
Buona domenica :)

mr.Hyde ha detto...

Il vero calcio è quello:agonismo, sport e le emozioni che ti procura.Quei giorni furono particolari e indimenticabili..
Degli Stones amo la loro energia: pochi come Jagger & company mi comunicano gioia di vivere ed energia positiva.
Buona Domenica anche a te e grazie per seguirmi anche qui!

m4ry ha detto...

E' un piacere seguirti :) Mi piace quello che comunichi..e hai ragione..Gli amici in questione trasmettono energia positiva..ed è ciò di cui abbiamo assolutamente bisogno per vivere al meglio questa vita..per altro, la sola che abbiamo !
Ciao :)

mr.Hyde ha detto...

Grazie per l'apprezzamento: quando scrivo un post m'interessa che debba essere letto con piacere e interesse. Allora se trovo qualcuno dei miei amici blogger che lo rilevano, mi fa contento...
E' vero che dobbiamo vivere la nostra vita nel migliore dei modi ed è fondamentale trovare le giuste motivazioni per averla vissuta e concentrarsi su di esse.Sono molto impegnato in questa ricerca e spero di concluderla con discreti risultati prima di tirare le cuoia..
Un caro saluto!

Alligatore ha detto...

Gran bel post dei ricordi ... e a proposito, mi ricordo Jagger con la maglia della nazionale, in un quadretto da pantheon nella strana scuola post-post-post-moderna di Bianca di Nanni Moretti.

mr.Hyde ha detto...

Grazie, .. Stones e nazionale italiana sono un bellissimo ricordo comune. Mi hai fatto venire la voglia di rivedere Bianca, (bel film) che pure ho visto diverse volte, anche per cogliere il particolare cui ti riferisci!

Er cicerone ha detto...

Lady Jane: la mia preferita!

mr.Hyde ha detto...

...romanticone!